divieti in montagna

Divieti in montagna? No grazie

L’inverno si avvicina, chissà se sarà un vero inverno e se sulle montagne italiane arriverà la neve? Se succederà, insieme a quella cosa bianca che scenderà giù leggera dal cielo e che tanto fa sognare scialpinisti, freerider e ciaspolatori, fioccheranno di sicuro anche i divieti che riporteranno molti appassionati con i piedi per terra. Ragazzi non facciamoci meraviglia, d’altronde siamo in Italia, il paese delle ordinanze e dei divieti e delle persone per bene. Si sa benissimo che qui da noi chi esce dai percorsi battuti è considerato dalla gente “normale” e dalle istituzioni quasi come un criminale, un cerca rogne, un poco di buono insomma.

Continua a leggere

Zampe all’aria di Sandro Neri

Ami l’arrampicata e sei alla ricerca di una lettura coinvolgente che ti sappia emozionare e che sia piacevole, scorrevole e mai scontata? Bene. Zampe all’aria è un libro di Sandro Neri che ho letto tutto d’ un fiato in un solo pomeriggio di pioggia!

Continua a leggere

MTB in Sardegna

MTB in Sardegna: alla scoperta del Sulcis Iglesiente

Con l’arrivo dell’autunno giunge anche il periodo ideale per organizzare qualche bel giretto in MTB in Sardegna. Perché no? L’amica Tiziana ci propone  il Sulcis Iglesiente nell”estremo Ovest della Sardegna, un vero è proprio paradiso non solo per l’arrampicata sportiva ma anche per la Mountain Bike.

Continua a leggere

verdon

Di roccia, di sole e di vento: il mio Verdon

Verdon, una parola che evoca vuoto, vertigine, calcare perfetto, lo scendere in basso per poi risalire in alto a direzioni invertite rispetto all’alpinismo. In questo posto non esiste un ordine delle cose, qui come in pochi altri posti nel mondo l’arrampicata sportiva seppure ancora agli albori aveva conquistato una sua propria dimensione scevra da ogni vecchio fardello alpinistico diventando finalmente libera.

Continua a leggere

occhiali da sicura

Occhiali da sicura prismatici per arrampicata

Gli occhiali da sicura prismatici per arrampicata hanno cominciato a diffondersi nelle falesie italiane verso la fine degli anni 2000. Per chi non lo sapesse questi occhiali, grazie ad un loro prisma interno, sono in grado di ribaltare l’immagine di 90° permettendo all’assicuratore di osservare il proprio compagno che scala senza alzare la testa verso l’alto, evitando così le fastidiose tensioni al collo dovute ad ore e ore di sicura passate con la testa all’insù.

Continua a leggere