Arrampicare in Iglesiente: tutto quello che devi sapere

Che la Sardegna sia un paradiso per l’arrampicata sportiva è ormai noto a tutti. Quale climber non ha almeno una volta sognato nella vita di mettere le mani sulla ruvida roccia sarda? Ma una vera e propria perla in questo paradiso è la zona del Sulcis Iglesiente, nel Sud Ovest della Sardegna, racchiusa tra una bellissima costa di faraglioni erosi dal vento a picco sul mare e selvagge montagne rocciose.

Insieme a Cala Gonone, Jerzu e Isili, l’Iglesiente è una delle quattro macrozone di riferimento per quanto riguarda l’arrampicata in Sardegna. Questo territorio presenta una grande ricchezza di falesie di indubbio fascino e bellezza e permette tra le altre cose di coniugare al meglio, come in pochi altri posti nell’isola, la magica doppietta  mare ed arrampicata.

arrampicare in Iglesiente

Per farci conoscere i punti forti di questa zona pubblico volentieri quanto inviatomi da Tiziana Dedola e Marco Bigatti grandi  appassionati delle falesie dell’Iglesiente e creatori del sito www.arrampicatasardegna.com.

Arrampicata in Sardegna è il punto di riferimento per il free climbing in Sardegna, in modo particolare nella zona del Sulcis Iglesiente, nel sud della Sardegna. Nasce da un’idea dell’associazione Pedra Rubia, un’entità nata per promuovere gli sport all’aperto e suggerire esperienze di viaggio alternative alla classica vacanza estiva in Sardegna. Il sito contiene schede dettagliate con i singoli tiri delle falesie, le foto, gli avvicinamenti e le mappe di tutti i settori di arrampicata delle zone di Iglesias, Domusnovas e Buggerru.

Cinque buone ragioni per arrampicare in Sardegna nel Sulcis Iglesiente.

1) E’ la zona con la più alta concentrazione di falesie della Sardegna

Da Domusnovas alla vicina Iglesias, per arrivare all’area di Buggerru, i settori di arrampicata sono oltre 40, tutti molto diversi tra loro. Risiedere in una di queste località significa poter raggiungere le falesie davvero in poche decine di minuti poiché, in quasi tutti i casi, l’accesso in macchina non dura più di 30 minuti e l’avvicinamento a piedi è spesso minimo. Se si risiede a Domusnovas o a Nebida (la frazione di Iglesias vicino al celebre faraglione di Pan di Zucchero) si può andare in falesia addirittura a piedi e i settori raggiungibili sono tutt’altro che unti!

2) Panorami mozzafiato

Si scala su rocce a picco sul mare come nella falesia di Masua , di Wild Cadapria o dei Torrioni di Masua, oppure si dominano dall’alto intere vallate come nelle falesie di Castilandia o di Monte Onixeddu. Il senso di libertà e l’ampiezza della visione sono garantiti. Impareggiabili sono i tramonti sul Pan di Zucchero da Masua! Provare per credere!

3) Grande varietà di tipologie di roccia, stili di arrampicata e gradi di difficoltà

Sono tante le falesie adatte ai principianti, come Arrampicantro, Baby Paking, Cartoonia nella zona di Domusnovas, Masua in zona Nebida e S’istentales e Banana Republic (lato A) in zona Buggerru. Tantissime le falesie per i “big”, come il Bronx che ospita “Marina Superstar” il tiro più duro d’Italia (un 9a+/9b liberato da Adam Ondra), la Tana delle Tigri, la Ruota del Tempo in zona Domusnovas, oppure Banana Republic, Sardus Pater in zona Buggerru. In più vi sono falesie che in pochi metri concentrano tiri di varia difficoltà: questo è il caso di Punta Pilocca, con tiri che vanno dal 4b al 7c+, o dell’Amante Stregata del CAI (dal 4b al 7b+) o della stessa Masua con il Castello dell’Iride che ha difficoltà dal 5a all’8a. Viene da sé che siano tanti gli stili possibili, dagli strapiombi alle placche, dai monotiri alle multipitch  e tutto su un calcare che in alcuni casi rasenta la perfezione.

4) E’ possibile scalare in ogni stagione. La grande concentrazione di falesie con esposizione e caratteristiche diverse tra loro consente sempre di individuare la parete più adatta alla proprie esigenze in base al tempo alla temperatura e alle stagioni. Ad esempio, per chi volesse unire il mare alla scalata, i canyon della zona di Buggerru sono un’ottima scelta, grazie alla doppia esposizione di molti settori che consente di scalare o di mattina o di sera. A Domusnovas sono molte le falesie esposte a Nord, quindi anch’esse ideali per arrampicare d’estate, mentre per l’inverno non mancano quelle esposte a Sud (come Masua e la bellissima Chinatown, Rifondazione Strapiombista, Arrampicantro) così da poter godere di un clima mite anche nella stagione più fredda.

5) Comodità di accesso dall’aereoporto di Cagliari

Un’altra ragione per scegliere il Sulcis-Iglesiente come meta per una vacanza arrampicatoria , è la grande comodità di raggiungere Iglesias e Domusnovas direttamente dal vicino aereoporto di  Cagliari collegato alle principali città italiane. Pensate che a meno di un’ora dall’arrivo, si possono già inforcare le scarpette e arrampicare subito sul perfetto calcare sardo!

arrampicare in IglesienteTutto ciò fa del Sulcis Iglesiente il luogo ideale per un weekend o per una vacanza all’insegna dell’arrampicata. Arrampicatasardegna.com, il sito nato per promuovere l’arrampicata nella zona del Sulcis Iglesiente, contiene una descrizione dettagliata delle falesie della zona è sarà lieta di supportarvi durante il vostro soggiorno.

Se volete assaporare l’atmosfera di libertà che si respira da queste parti leggete il mio racconto su Metafisica della qualità.  Nella speranza di essere riuscito a farvi sognare anche solo un po’ vi auguro tante belle giornate a spellarvi le dita sulle magnifiche rocce sarde del Sulcis Iglesiente.

 

3 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Sulcis Iglesiente nell”estremo Ovest della Sardegna, un vero è proprio paradiso non solo per l’arrampicata sportiva ma anche per la Mountain […]

  2. […] Qui un articolo comparso nel blog dedicato alla montagna di Fabrizio Vago: www.ilmountainrider.com/arrampicare/arrampicare-in-iglesiente-tutto-quello-che-devi-sapere/ […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *