insegnare l'arrampicata ai bambini

Come insegnare l’arrampicata ai bambini

Insegnare l’arrampicata ai bambini non è un grosso problema anzi, sono forse loro che potrebbero insegnarlo ai grandi! Arrampicare è infatti un gesto innato in tutti i bambini. Si comincia con lo scavalcare le sbarre del lettino per poi, appena più grandi, salire sui muretti, sugli alberi o ancora sui sassi che decorano i giardini di qualche ristorante. In genere nei primi anni di vita il bambino dimostra una grande confidenza con il mondo verticale tale da spaventare in alcuni casi le coppie di genitori più apprensive.

Negli ultimi anni si sta assistendo ad un vero e proprio boom di baby climber. Se negli anni 80 un ragazzino di 15-17 anni era considerato un enfant prodige, negli ultimi dieci anni è quasi normale incontrare bambini di 7-10 anni che arrampicano come dei “draghi”. Anzi vi dirò di più : sembra proprio che le posizioni di vertice per quanto riguarda le massime difficoltà in arrampicata sportiva e boulder siano occupate da ragazzini sempre più giovani.

Bastano due esempi per tutti dell’un e dell’altro sesso: Adam Ondra, forse il più forte arrampicatore del mondo all’età di nove anni aveva già fatto il suo primo 8a; la climber americana Ashima Shiraishi 9a+a 13 anni… Extraterrestri in grado di far impallidire, almeno per quanto riguarda le pure difficoltà,  le prestazioni dei vari Manolo, Gullich, Raboutou, Glowacz, Mariacher e company che con il loro grande carisma e le loro gesta dominarono la scena dell’arrampicata sportiva della prima ora.

ashima-jp1-popup

Ashima Shirashi in azione

Fenomeni a parte, sono comunque parecchi gli illustri sconosciuti teen-agers che salgono oggi vie ai massimi livelli mondiali.

C’è da dire che negli ultimi anni i bambini vengono avvicinati all’arrampicata sportiva come in qualunque altro sport senza passare prima per l’alpinismo o per l’escursionismo: iniziano prima, hanno a disposizione istruttori sportivi preparati, strutture artificiali e possibilità di partecipare sin da subito a competizioni anche a livello locale. Per non parlare poi delle numerose strutture indoor disponibili nelle principali città e delle centinaia di falesie di arrampicata sparpagliate quasi ovunque.

Questi baby climber, quando raggiungono l’adolescenza, hanno già alle spalle un enorme bagaglio di pratica ed esperienza. Magari potranno ancora migliorare la componente psichica e mentale dell’arrampicata ma avranno già raggiunto in alcuni casi un livello altissimo impensabile fino a qualche anno fa.

La cosa che però mi preme più di sottolineare è che al di là del livello raggiunto l’arrampicata, soprattutto in tenera età, deve rimanere un gioco e non un’ossessionante e stressante ricerca al grado più alto. Arrampicare significa anche stare in mezzo alla natura, scherzare con gli amici, confrontarsi con gli altri e con i propri limiti, tutte cose in grado di temprare i ragazzi che stanno formando il proprio carattere.

insegnare l'arrampicata ai bambini

Arrampicata come gioco su struttura indoor.

Insegnare l’arrampicata ai bambini: attrezzatura, quando e dove

I bambini vanno introdotti a questo sport con alcune accortezze, sia di natura tecnica che di apprendimento.

Attrezzatura di arrampicata per bambini

Partiamo dall’attrezzatura. La sicurezza come viene garantita? Mentre per quanto riguarda corde, rinvii e dispositivi di assicurazione non vi sono praticamente differenze rispetto all’attrezzatura per adulti il discorso cambia per gli imbraghi.

E’ indispensabile che per i bambini venga utilizzato un imbrago adatto alla struttura fisica ed allo stato di crescita degli stessi. Gli imbraghi per bambini si dividono in due categorie: imbraghi per bambini al di sotto dei 40 kg ed imbraghi al di sopra di tale soglia. I primi sono imbraghi con gli spallacci, idonei a bambini fino ai 7/8 anni di età, in virtù del maggiore peso della testa in relazione al resto del corpo che li potrebbe sbilanciare. Al di sopra di tale fascia di età si passa ai così detti imbraghi junior o xxs, imbraghi in tutto e per tutto uguali a quelli degli adulti se non per la taglia estremamente ridotta. A questo link una valida scelta di imbraghi per bambini a prezzi convenienti:

(http://www.sestogrado.it/categoria-prodotto/imbraghi/bambino/)

Ancora di più che per gli adulti il casco non deve mai mancare sulla testa del bambino!

Quando iniziare a far arrampicare il bambino e con chi

E’ consigliabile avviarli a questo sport non prima dei 5 anni. E’ importante infatti che la struttura ossea del bambino sia adeguatamente formata ed in grado di sostenere le tensioni muscolari e le diverse sollecitazioni. Se i genitori non praticano direttamente l’arrampicata o se questi non si reputano abbastanza esperti, il mio consiglio è quello di affidare il baby climber  ad una brava Guida Alpina. Solo questo professionista (riconosciuto dalla legge nazionale 6/89 ) è in grado di assicurare la massima sicurezza quando si parla di arrampicata. Se poi c’è un bimbo di mezzo a maggior ragione!

Dove iniziare a far arrampicare il bambino

Luogo? In Italia siamo fortunati visto che, oltre alle numerose strutture indoor dentro i vari palazzetti, le falesie naturali con vie di grado basso non mancano di certo. Tra tutte le regioni, il Trentino può vantare tante falesie ottimamente attrezzate a misura di bambino. Ecco alcune destinazioni appositamente selezionate che mi sento di consigliare:

  • Arco di Trento (TN) una visita con i vostri bambini la merita sicuramente la falesia Belvedere di Nago-Torbole (TN): gradi facili, vie corte spittate molto ravvicinate, esposizione solare a sud e vista panoramica sul Lago di Garda (che non dispiace neanche agli adulti). Sempre ad Arco e più precisamente a San Martino è stata da poco inaugurata la prima falesia family, pensata appositamente per le famiglie.
insegnare l'arrampicata ai bambini

La falesia di Nago: via facili accessibili a tutti su ottima roccia con vista mozzafiato sul lago di Garda

  • Comano Terme e Val Lomasone. Oltre 110 vie appositamente attrezzate per i bambini con parchi tematici (Roccia dei Folletti e Parco degli Scoiattoli) e lezioni di arrampicata tenute da Guide Alpine certificate.

Sicuramente da non perdere per tutti i neo ragnetti che vogliono avvicinarsi all’arrampicata è la bellissima iniziativa prevista dal 21 al 24 luglio ” Manolo Camp Adventur” tenuta dal grande arrampicatore-alpinista Maurizio Zanolla alias Manolo a San Martino di Castrozza (TN).

Arco poi è la sede di un famosissimo meeting di arrampicata internazionale: il Rock Master. Dal 1987 (anno del primo Rock Master) questa famosa manifestazione riunisce e mette a confronto ogni anno nel mese di settembre i migliori atleti di arrampicata sportiva e boulder del mondo. Ma c’è di più: dal 2 al 4 settembre 2016 ritorna il Rock Master Junior per ragazzi dai 5 ai 13 anni.

Per un baby climber assistere al Rock Master è un po’ come per un baby calciatore assistere ad una finale dei mondiali di calcio! Credetemi!

Foto di copertina: Image credit arcomountainguide.com.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *