arrampicare in inverno

Dove arrampicare in inverno

Dove arrampicare in inverno? Questa è la domanda che moltissimi climber si fanno durante la stagione fredda. Quelli più esperti e navigati hanno già le loro mecche altri invece, magari perché neofiti, hanno le idee un po’ più confuse e rischiano di passare  l’inverno lamentandosi per il freddo nei posti sbagliati.

Eh si perché, se si sanno scegliere le falesie giuste, l’inverno è forse la stagione migliore per arrampicare! E’ vero che le ore di luce sono poche e qualche volta i diavoletti si impossessano delle nostre mani tuttavia, se il tempo e bello e asciutto, l’aderenza che offre la stagione fredda non è nemmeno paragonabile a quella che si trova normalmente in estate. Per non parlare poi dell’ultima via prima che il sole tramonti; di solito è quella più bella soprattutto quando l’amico che fa sicura è già all’ombra e tu hai  la sensazione, anche solo per un attimo, di riuscire a fuggire via dalle tenebre nella magica luce invernale.

Negli ultimi anni mi capita sempre meno di andare ad arrampicare d’inverno, lo sci alpinismo e lo sci fuoripista sono delle calamite a cui non riesco a resistere, ma non posso dimenticare le belle giornate passate ad arrampicare in maniche corte sulla roccia appena scaldata da un tiepido sole. Come non posso dimenticare il freddo patito nelle falesie sbagliate nelle giornate sbagliate…

Proprio per questo oggi ho deciso di parlare di arrampicata in inverno, due cose che nell’immaginario non vanno a braccetto.

Dove andare ad arrampicare in inverno in Italia

arrampicare in invernoPer chi non può permettersi Kalymnos o la Spagna, esistono molte falesie in italia dove è possibile arrampicare in inverno tempo permettendo. Per chi è fortunato e ama viaggiare, la Sardegna, la Liguria, la Sicilia, la zona di Sperlonga nel Lazio e quella del lago di Garda offrono molte pareti dove poter arrampicare al sole in maniche corte anche d’inverno. Chi invece deve accontentarsi di ciò che offre il proprio circondario dovrà scegliere la falesia tenendo conto di questi fattori:

  • Esposizione. L’esposizione da sud ad ovest normalmente è quella migliore. Nelle falesie esposte ad est il sole dura poco mentre quelle esposte a nord proprio non lo vedono.
  • Quota. A parità di esposizione privilegiare le falesie più basse di quota.
  • Vicinanza al mare. Le falesie più vicine al mare normalmente godono di un clima più mite.
  • Esposizione al vento. Privilegiare quelle falesie riparate dai freddi venti settentrionali. Il vento unito alle basse temperature contribuisce notevolmente ad aumentare la sensazione di freddo e di disagio.

Da friulano posso consigliarvi tre falesie della mia regione dislocate in zone diverse dove arrampicare in inverno può essere molto piacevole.

Tre falesie dove arrampicare in inverno in Friuli

  • Costiera (TS). La Costiera è una storica falesia triestina con vista mare dove si alternano strapiombi di continuità a magnifiche placche a gocce. In questa bella parete il top dell’ aderenza si raggiunge proprio in inverno quando è possibile arrampicare addirittura in maglietta. Sono presenti una cinquantina di vie dal 5c al 8a con prevalenza del livello medio-alto. Accesso: Da Venezia o Udine, dopo il casello del Lisert uscire dall’ autostrada a Sistiana e proseguire sulla S.S. 14 in direzione Trieste fino a raggiungere una galleria naturale. Si parcheggia nei pressi della galleria e, oltrepassata una ringhiera in corrispondenza  di uno sperone roccioso, si scende rapidamente alla falesia.
  • Masarach (PN). Falesia dall’avvicinamento inesistente situata nelle immediate vicinanze del paese di Anduins. E’ molto adatta anche ai principianti data la consistente presenza di vie facili. Si sviluppa in vari settori collegati tra loro da un agevole sentiero. Accesso: Da Pordenone o da Udine raggiungere Spilimbergo. Da qui seguire le indicazioni per Pinzano e raggiungere il paese di Anduins. Lasciandosi il paese sulla sinistra continuare lungo la strada principale fino ad arrivare ad un ampio parcheggio sulla sinistra, sul quale si affaccia il primo settore della falesia.
  • Raveo (UD). E’ una piccola falesia invernale in Carnia con alcune vie facili da non sottovalutare per il loro spessore tecnico. Arrampicata tecnica di placca molto propedeutica all’uso dei piedi. L’esposizione a pieno sud consente di arrampicare nelle belle giornate anche nel cuore dell’ inverno. Accesso: Usciti dal casello di Carnia si prosegue per Tolmezzo. Da qui passando per Villa Santina si continua per  Ovaro dove si svolta a sinistra per Raveo. Prima dell’incrocio per Colza si trova sulla sinistra un parcheggio dove di fronte inizia  il sentiero che in 5 minuti porta alla falesia.

Per quanto riguarda me devo dire che sono proprio fortunato: ho una falesia a cinque minuti da casa, Dardago (PN), che offre un piccolo settore (Piccola Alta) al riparo dal vento dove anche d’inverno il sole riscalda la roccia dalle 10.00 del mattino fino alle 14.00. Qui, soprattutto agli inizi, ho trascorso molte mattinate invernali ripetendo innumerevoli volte le vie di questo piccolo settore placcoso.

E a voi piace andare ad arrampicare in inverno, quali sono le vostre falesie preferite?

Foto di copertina: image credit Maurizio Oviglia

3 commenti
  1. Andrea
    Andrea dice:

    Solo una cosa… alla Masarach chi ha dato i gradi di difficoltà ha avuto il braccino corto. Parlando con quelli che arrampicano veramente (e io mi chiamo fuori visto che arrampico come un Chihuahua zoppo), praticamente tutti dicono che il grado segnato è quasi sempre inferiore alla reale difficoltà della via. Poi magari qualcuno potrà dire la sua molto meglio di me che sono un neofita.

    Rispondi
  2. Fabrizio Vago
    Fabrizio Vago dice:

    In effetti li come in altri posti del nord est i gradi sono stati stesi al sole senza ammorbidente. Devo dire però che negli ultimi anni anche qui ci si sta uniformando lentamente ad una gradazione più soft e più giusta. Il grado stretto è stato per anni un pretesto per molti climber locali che liberavano le vie per sentirsi dire bravi da chi le vie non le conosceva e veniva da fuori. Anch’io 20 anni fa ero così…Ormai questo appartiene solo al passato!

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Arrampicare in inverno: quali sono le falesie migliori […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *