re-artu-2

Nel 2013 va di moda la neve d’estate in Dolomiti

In Dolomiti la neve d’estate è un fenomeno abbastanza raro, tuttavia siamo all’inizio di luglio e le cime di queste montagne hanno un aspetto decisamente ancora invernale.

Anche se non è ancora finita, questa del 2013 sarà ricordata in Italia come un estate anormalmente fredda. Una piccola goccia nel mare se si pensa all’incredibile susseguirsi, negli ultimi anni, di estati molto calde dove l’anticiclone africano ne è stato il protagonista incontrastato spesso fino a tardo autunno.

Minosse, Caronte, Hannibal ecc… sono tanti i nomi mitologici utilizzati dai media per creare un po’ di spettacolo attorno a quella maledetta bolla calda, proveniente dall’Africa, portatrice di afa e zanzare. Quest’anno, però, qualcosa sembra essere cambiato e varie irruzioni di aria fredda hanno ripetutamente interessato le nostre amate Dolomiti anche ben dopo la primavera, portando la neve a più riprese in montagna anche a quote relativamente basse.

L’ultima nevicata consistente è stata quella tra giovedì pomeriggio e venerdì mattina 28 giugno che ha depositato accumuli anche di 20 cm di neve sui passi dolomitici.

Un pomeriggio di neve d’estate nelle Dolomiti

Quel giovedì pomeriggio, quando ha iniziato a nevicare, ero di ritorno da un arrampicata in Dolomiti, in zona Passo Giau. Nel giro di poco il bianco ha preso il sopravvento e solo sotto i grandi massi rocciosi sparsi qua e là la neve non riusciva ad attecchire. E così, come d’incanto, mi sono ritrovato a camminare in scarpe da ginnastica sopra una coltre di neve spessa cinque centimetri che ricopriva uniformemente i verdi prati attorno al passo. In giro non c’era nessuno al di fuori di me e del mio compagno di scalata che scendevamo lungo il sentiero in un atmosfera quasi irreale, in mezzo ad una festa di pallini bianchi che cadevano, come impazziti, da un cielo bianco lattiginoso come d’inverno. E pensare che alle 9.30 quando abbiamo iniziato ad arrampicare non c’era una nuvola!!!

Neve d'estate

Giovedì 27-06-2013 ritorno al Passo Giau in un pomeriggio nevoso dal sapore invernale

Insomma quest’anno va di gran moda la neve d’estate e se è vero che neve chiama neve mi sa che nevicherà ancora.

Se il trend dovesse essere confermato, invece di tirare fuori costume da bagno e il telo da mare si potranno rispolverare gli sci e divertirsi scendendo su un manto di neve fresca….Cortina, la regina delle Dolomiti, ha saputo prendere la palla al balzo riaprendo sabato 29 giugno, dopo dodici anni, gli impianti di Ra Valles in Tofana, per la gioia degli irriducibili dello sci.

Chissà se quest’estate così fredda rimarrà un caso isolato o anticiperà un’inversione di tendenza al Global Warming a conferma di quanto sostiene il docente universitario russo Habibullo Abdussamatov, importante studioso del clima , secondo il quale il 2014 segnerà l’inizio di una nuova era glaciale.

Intanto copritevi e poi staremo a vedere…

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *