col 3

Col Cornier 1767 mt, la montagna dei ragazzi

Il Col Cornier 1767 mt è la cima più alta del comune di Budoia. Nel 2002, in occasione dell’anno internazionale della montagna, questa cima è stata dedicata ai ragazzi del mondo come simbolo di fratellanza internazionale. Dedicare una montagna ai ragazzi è sicuramente una cosa carina ma portarceli a camminare sopra è ancora meglio!

Salita al Col Cornier

Diverse volte ho raggiunto la panoramica cima del Col Cornier e questa volta, insieme a mia moglie e alle mie due figlie, ho voluto coinvolgere anche Sabrina, un’amichetta di quella più grande. E’ così che sabato 21 settembre siamo partiti da Casera Campo alla volta del Col Cornier per poi proseguire fino alla verde conca di Casera Friz, chiudendo così un interessante giro ad anello.

La mattinata era decisamente frizzante con il sole che solo ogni tanto si faceva intravvedere tra le nuvole che spesso non mancano in questa fascia delle Prealpi addossate la pianura. Durante il primo tratto di sentiero, quello che da Casera Campo porta alla sella del Sauc, abbiamo potuto osservare una grande varietà di funghi. Funghi dalle molteplici forme e dimensioni scorrevano via a destra e a sinistra del sentiero suscitando lo stupore delle più piccole. Più in alto ci siamo fermati svariate volte a raccogliere gli ultimi lamponi e le ultime fragoline di bosco della stagione. Quando le due bimbe gridavano “special!” voleva dire che avevano individuato una rossa fragolina! La più piccola, di nove mesi appena, intanto dormiva dentro lo zaino porta bimbo che portavo sulle spalle mentre Francesca, mia moglie, raccontava storie e storielle per mantenere alta la motivazione della ciurma. Man mano che continuavamo a salire, la piccola croce della cima si avvicinava sempre più per la felicità delle due piccole camminatrici che non vedevano l’ora di sporcarsi le mani con il timbro di vetta!

Arrivati in cima al Col Cornier, a quota 1767 mt, un venticello piuttosto fresco non ci ha permesso di indugiare molto. Qualche snack, un paio di sorsi alla borraccia e poi via visto che non ci restava altro che scendere.

Scendiamo allora velocemente verso nord per una facile cresta erbosa con vista sulle montagne dell’Alpago e sul gruppo del Monte Cavallo. Chi ci ferma più? Poco prima di incrociare il sentiero per Casera Friz, proveniente da Forcella Palantina, arriva la sorpresa: un vero e proprio campo di mirtilli sembrava essere lì apposta ad aspettarci! Le piantine con le foglie ormai rosse per la stagione avanzata erano cariche di gustosi pallini bluastri. Ancora una grande scorpacciata, dopo le fragoline e i lamponi mancavano solo loro, i mirtilli!!! Ripartiamo felici con le nostre cinque lingue blu e con le nostre bimbette terribili sempre più gasate per la bella mangiata.

col cornier

Nonostante i mirtilli arriviamo con una fame da lupi a Casera Friz 1515 mt che ormai sono le 13.00. Eh già è proprio vero che la montagna stimola l’appetito! Entro in casera e accendo la stufa mentre le piccole divorano i panini praticamente al buio visto che avevano deciso di chiudere porte e finestre per provare l’emozione di pranzare a lume di candela. La più piccola, quella di nove mesi, invece prende sonno tra le braccia della mamma, seduta non molto lontano da me sopra una panca. Io mi perdo via aggiungendo qualche legno alla stufa per scaldare l’atmosfera e mi gusto il momento quasi d’ altri tempi. Saranno le canzoni natalizie che questa mattina abbiamo ascoltato in macchina ma mi sembra di essere già a Natale. Invece basta aprire una finestra e fuori il sole è ancora alto. Nonostante tutto siamo ancora a settembre…

Note: nonostante la vicinanza al centro turistico del Piancavallo la zona del Col Cornier è in grado di offrire spazi ancora non antropizzati, ideali per chi volesse passare qualche ora a rigenerarsi nella natura di questo luogo che ha il pregio, tra l’altro, di essere comodamente raggiungibile in poco tempo dalla pianura pordenonese.

Vastissimo è il panorama dalla cima del Col Cornier.

Panorama che spazia dal mare Adriatico, alle Dolomiti, alle Alpi Carniche e Giulie e alle vicine montagne del gruppo del Col Nudo-Cavallo.

Foto Gallery Col Cornier

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *