Nei pressi del Glorerhutte

Benvenuti su ilmountainrider, il blog dell’outdoor della montagna

Questa cosa del blog mi sembra davvero strana, proprio io che fino a pochi mesi fa non possedevo nemmeno un mio cellulare personale e che usavo il computer esclusivamente durante le ore d’ufficio.

Ho sempre fatto di tutto per sentirmi libero e irraggiungibile; ho sempre considerato il mio tempo libero un bene prezioso di cui godere, possibilmente senza interruzioni, sentendomi per questo un privilegiato.

Ora che la mia nuova avventura in rete sta per iniziare, mi sento un po’ spiazzato. Faccio ancora veramente fatica a comprendere che quello che scrive sono io. Solo un anno fa l’idea di aprire un mio blog sarebbe stata inimmaginabile per me.

Forse semplicemente e’ scattata la molla di voler condividere con altri cose che hanno sempre significato molto per me. Belle cose queste perché mi hanno fatto e mi fanno sentire bene.

ilmountainriderEscursioni, scialpinismo, sci freeride, arrampicata e in ultimo mountain bike rappresentano il mio modo di vivere la mia passione per la montagna. Inoltre il mio blog presenta un’intera sezione dedicata alle gite per le famiglie con bambini a cui tengo particolarmente. L’idea di mettere a disposizione di tutti le mie esperienze nasce perché ho pensato che altre persone, con i miei stessi interessi, potrebbero trovare interessanti le informazioni contenute in questo sito e trarre ispirazione per vivere il proprio tempo libero a contatto con la natura.

Sarò contento di rispondere a chiunque volesse informazioni aggiuntive circa i contenuti riportati o avesse piacere di ricevere dei consigli per organizzare al meglio il proprio weekend o la propria vacanza sportiva in montagna.

Ringrazio di cuore la mia Francesca per avermi sin dall’inizio supportato in questa nuova avventura, tutti gli amici che mi hanno incoraggiato dimostrando entusiasmo per questa mia iniziativa e Francesco Russo per le sue competenze tecniche e la pazienza dimostrata.

Adesso, con questo blog, il mountainrider potra’ essere tra voi ognqualvolta lo vogliate connettendovi al sito ilmountainrider.com

34 commenti
  1. Graziella Gava
    Graziella Gava dice:

    Ciao Fabrizio,
    c’è una magia in tutto ciò che descrivi e la mente si riempie di sogni, o meglio li trae dagli angusti angoli dove si sono andati a nascondere per non farsi scovare e distruggere dal freddo e a volte spietato ritmo quotidiano.
    Si respira a pieni polmoni guardando le foto che riportano il pensiero a quelle meravigliose serate di giugno a Dardago dopo aver arrampicato attendendo il crepuscolo…quasi vent’anni fa.Che nostalgia…
    Hai saputo ampliare i tuoi spazi di libertà ed è bello vedere che ti piace accompagnare anche famiglie e bambini a scoprire ed ad amare le montagne.
    Che posso aggiungere ? Tienici informati,abbiamo un figlio innamorato della montagna e penso verrà volentieri a curiosare qui dentro. Grazie

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Grazie mille Graziella

      Di commenti così in questo momento ne ho bisogno come il pane!!!

      Queste tue parole mi danno fiducia nel continuare a fare quello in cui credo.

      Come tu ben sai, ho lasciato la sicurezza di un posto di lavoro a tempo indeterminato per l’incertezza di una nuova strada avventurosa che non so dove mi porterà. In questo momento mi sento un po’ come quando in montagna ti perdi in mezzo ad una grande parete e devi trovare la giusta linea per uscire in cima…

      Grazie ancora

      Fabrizio

      Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      In questo particolare momento queste tue parole mi aiutano ad aver fiducia in quello in cui credo
      A presto

      Rispondi
  2. Mauro
    Mauro dice:

    Bravo-bravo-bravo.
    Io mi sono arenato – con il blog – l’anno scorso, dopo l’incidente col trattore.
    Faccio fatica a riprendere, ma non è detto che riesca a riprendere, prima o poi.
    E’ comunque un gran impegno, se lo si vuol fare bene.
    Avanti sempre…
    Mauro

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Si in effetti anch’io mi sono reso conto ben presto che non è una cosa da poco. Il blog se vuoi mantenerlo vivo devi sempre dargli da mangiare… Vedremo se sarò capace, l’importante è non mollare
      Un saluto
      Fabrizio

      Rispondi
  3. Mauro
    Mauro dice:

    Mi ero dimenticato di farti osservare una cosa:
    nella foto più grande, quella in alto con te e le montagne sullo sfondo, sei tutto sbilanciato di fianco e all’indietro.

    Le ipotesi più verosimili, a mio avviso, sono le seguenti:

    1) grosso foruncolo sulla chiappa sinistra, tale da impedirne l’appoggio a terra;

    2) foto fatta con l’autoscatto, per cui sei stato immortalato prima di riuscire a metterti in posa come si deve…

    3) troppo Cabernet col panino di mezzodì…

    E’ una delle tre, lo so, non si sfugge… per i lettori di questo blog si aprono le scommesse…
    Ciao, Mauro

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Ho piacere che non ti sei fermato ad una visita superficiale, spero che anche gli altri lettori facciano come te. Siccome quella foto è stata scattata in Austria devi togliere il cabernet e aggiungere una Grosse Bier, l’autoscatto l’hai azzeccato per il foruncolo ne ho avuti talmente tanti lì che adesso non ricordo…

      Rispondi
  4. paolo leorin
    paolo leorin dice:

    ciao fabrizio, complimenti, mi piace.
    è chiaro logicamente ma anche ispirato.
    ma soprattutto si respira un’aria di anima autentica.
    come quelle giornate terse con qualche nuvola vagante che ti stimolano al viaggio e alla poesia.
    spero di condividere presto con te queste altezze.
    mandi paolo

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      grazie Paolo

      Posso solo dirti sinceramente che sono stato fortunato a conoscere persone come te che mi hanno dato fiducia a sviluppare questo mio nuovo progetto

      Rispondi
  5. Valeria
    Valeria dice:

    Finalmente si parlerà di montagna ed escursioni con bambini e famiglie, e non solo prerogativa per adulti . Non è semplice trovare itinerari ad hoc che divertano tutti.
    Al Tornidor si va un paio di volte, ma c’è sicuramente altro .
    Bravo, bellissima idea davvero!

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Nella sezione dedicata agli itinerari per le famiglie ci sono già delle belle proposte e conto di arricchirla ancora molto questa parte! Dai un’occhiata a quelle dell’Austria che sono meritevoli di un week end! Grazie del supporto!!!

      Rispondi
  6. Flavio
    Flavio dice:

    Bravo Fabrizio,
    hai fatto un ottimo lavoro, continua.
    Detto da uno che per la prima volta lascia un commento in un blog.
    Il marangon

    Rispondi
  7. Patrizia
    Patrizia dice:

    Che bel blog! In bocca al lupo per la scelta di compiere questo salto nel vuoto, sono sicura che la tua determinazione verrà ripagata!

    Rispondi
  8. Luigi
    Luigi dice:

    Caro Fabrizio,
    non posso che farti i complimenti ed esprimerti la mia ammirazione per la scelta fatta, scelta giusta, per la determinazione e per il modo con cui la stai seguendo. L’impostazione è ottima. Da essa e da quel che scrivi traspare una vera passione per la montagna, passione che puoi vivere in diversi modi possibili, dal più semplice al più tecnicamente impegnativo.
    Ancora complimenti e grazie.
    Luigi

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Caro Luigi

      Non posso che prendere atto con piacere che hai ben capito l’anima di questo mio blog, mi rendo conto che sono solo all’inizio e che molte cose vanno perfezionate e fatte sicuramente meglio ma da qualche parte bisogna pur iniziare…
      Il tuo commento insieme a quello di altre persone “positive” mi aiuta ad affrontare a testa alta l’incertezza del periodo che sto vivendo e a sorridere a tutte quelle persone che con una battuta fuori dal bar ti dicono: beato te che vai sempre a sciare, arrampicare e non fai un …..

      Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Ho piacere che hai colto al volo la bellezza del Mezzomiglio!!!
      Mi hai preceduto di poco…. quel giro che hai fatto è uno di quelli che voglio andare a fare per implementare la sezione dedicata alla mtb.
      Bella la foto con il Guslon imbiancato

      Rispondi
  9. Enrico Fantini
    Enrico Fantini dice:

    Ciao Fabrizio,
    ammiro il tuo coraggio e ti auguro un grosso in bocca al lupo per questa nuova avventura.
    Ci vediamo in montagna…….ma anche a casa tua per una pizza 🙂

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Una sera quando avete tempo e voglia passate a trovarci. Io, Francesca, Silvia e Anna vi aspettiamo per una Pizza

      Rispondi
    • Francesca
      Francesca dice:

      Enrico, hai visto che meraviglia la tua foto nella pagina dello scialpinismo? Spero sempre che un giorno mi ricapiti di fare una gita del genere in splendida compagnia!!

      Rispondi
  10. marco
    marco dice:

    Ciao Fabrizio

    Con grande piacere abbiamo ricevuto la tua email stamattina e ti ringrazio per esserti ricordato di noi.
    Siamo davvero felice che tu sia riuscito ad iniziare questo progetto e ti auguriamo di cuore di proseguire sempre con lo stesso entusiasmo.

    Stai pur tranquillo che ti romperemo le scatole più volte per avere consigli, notizie e dritte varie.

    Un abbraccio

    Marco & Alessandra (Roma)

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Ci mancherebbe!!! certo che mi sono ricordato di Voi. Ve l’avevo promesso che mi sarei fatto vivo…Tra l’altro riservo un bellissimo ricordo di voi per la vs. ospitalità e per l’atmosfera molto friendly di quei 2 giorni di permanenza a Roma. Come potete vedere sono solo all’inizio, la strada è lunga e piena di dubbi. La cosa certa è la passione per queste cose unita all’entusiasmo di condividerle con chi come voi le sa apprezzare. Seguitemi, leggete pure i miei post e se volete datemi pure consigli. Sono sempre bene accetti
      Un caro saluto

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *