238

Quando è meglio andare a camminare in Austria

Siamo ad agosto, al mare la gente si accalca per un posto sotto l’ombrellone, in montagna serpentoni di macchine salgono e scendono per i passi dolomitici più famosi. Ho finalmente 3 o 4 giorni liberi e non ho intenzione di passarli a casa, d’altro canto ho voglia di starmene in pace, non voglio proprio saperne di code, casino e smog.

Sento il desiderio di camminare e di farlo in grandi spazi dove sentirmi libero e non imbrigliato dalla quella massa di persone che non so per quale strano tacito accordo si riversano tutte improvvisamente nei soliti posti. Che faccio?

Vado a camminare in Austria naturalmente!!!

Allora prendo la mia sgualcita cartina degli Alti Tauri, la distendo sul tavolo e mi lascio andare, seguendo la mia ispirazione. Quasi sempre il cammino da fare salta fuori in pochi minuti e, man mano che si definisce, mi assale sempre più forte il desiderio di viverlo nella realtà. Tutti i mie giri per le montagne dell’Austria iniziano sempre così, a me piacciono soprattutto perché sono frutto della mia creatività e di un piccolo sogno ad occhi aperti fatto con la cartina davanti.

Perchè andare a camminare in Austria:

E’ vero, in Austria non ci sono montagne famose e spettacolari come le Dolomiti e nemmeno le blasonate alte cime delle occidentali, tuttavia qui è possibile camminare per giorni interi senza mai tornare giù in valle, percorrendo un’infinità di splendidi sentieri circondati da montagne poco famose e dai nomi spesso impronunciabili. E’ bellissimo alzarsi il mattino e partire, con il sole ancora basso, dal grazioso rifugio dove si è dormito sapendo di non dover far altro che camminare per raggiungerne un altro entro sera. Normalmente in giro c’è talmente tanta acqua che scende da ogni parte che non serve nemmeno appesantire lo zaino con bottiglie e borracce. Durante questi giri scopro valli, montagne, cascate e laghi mai visti prima godendo degli ampi spazi offerti da questi magnifici luoghi. Muoversi in questi ambienti mi aiuta a ricaricare le batterie e a disintossicare il fisico e la mente da tensioni negative. Sarà il verde onnipresente di queste montagne ma già dopo il primo giorno mi accorgo di entrare in un altra dimensione, fatta di pace e serenità dove finalmente ho la percezione che il tempo scorra lento e venga scandito solo dalle variazioni della luce durante la giornata.

camminare in Austria

 

E’ con questo spirito che ogni anno almeno una volta mi regalo 3 o 4 giorni di vero benessere andando a camminare in Austria semplicemente percorrendo i sentieri che da rifugio a rifugio mi offrono la possibilità di conoscere sempre meglio queste montagne così speciali per me.

Se volete provare anche voi l’esperienza di camminare in Austria, voglio suggerirvi un paio di itinerari che ho percorso in questi anni, effettuabili in pochi giorni.

Trekking Lasörling

Trekking Salm Hütte – Glörer Hütte – Elberfelder Hütte

Buon divertimento!!!

 

 

 

 

 

 

4 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. upnews.it scrive:

    Camminare in Austria, il periodo migliore?

    Sento il desiderio di camminare e di farlo in grandi spazi dove sentirmi libero e non imbrigliato dalla quella massa di persone che non so per quale strano tacito accordo si riversano tutte improvvisamente nei soliti posti. Che cosa fare?

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *