Rifugio Pordenone, Val Cimoliana

Dolomiti Friulane, montagne tutte da scoprire

Le Dolomiti Friulane, dette anche Dolomiti d’Oltre Piave, sono un gruppo di montagne delle Prealpi Carniche che si estendono tra le provincie di Pordenone, Udine e Belluno. Rispetto alle Dolomiti maggiori, le loro sorelle più blasonate, sono oggettivamente più basse e forse meno spettacolari ma hanno l’indubbio vantaggio di presentare ancora grandi spazi di wilderness lontani dal turismo di massa. Sembra che è proprio grazie a questo angolo di natura ancora preservata che le Dolomiti, nel loro insieme, hanno ottenuto dall’Unesco (nel 2009) il prestigioso riconoscimento di patrimonio dell’umanità .

L’assenza di impianti di risalita, infrastrutture e strade non concede sconti! Per raggiungere le quote più alte bisogna camminare a lungo, partendo a piedi direttamente dal fondovalle. Ben poco in questo territorio risulta addomesticato dall’uomo!

Duranno-Cima Preti, Monfalconi e Pramaggiore sono le cime principali di queste montagne. Per la cronaca la Cima dei Preti è la vetta più alta con i suoi 2706 mt seguita a ruota dall’elegante piramide del Duranno 2668 mt.

Molti percorsi attraversano zone impervie e selvagge come gole, alte forcelle o ripidi ghiaioni sovrastati da pareti di roccia di dubbia solidità ma non sono rari anche gli ambienti più soft come i verdi pascoli che circondano le antiche casere nella fascia di media montagna.

Cosa offrono le Dolomiti Friulane

  • Dal 1996, questo gruppo di montagne ricadono all’interno del Parco Regionale delle Dolomiti Friulane. Considerando la scarsa antropizzazione, questo territorio custodisce un patrimonio faunistico di prim’ordine e in continua espansione: camosci, caprioli, stambecchi, marmotte e galli cedroni sono solo alcuni degli animali che popolano questi monti.
  • In questa zona i rifugi non abbondano di certo ma esistono molti bivacchi e casere in ottime condizioni in grado di fornire un buon riparo all’escursionista in caso di maltempo. Inoltre queste spartane strutture possono essere utilizzate per pernottare a costo zero da chi decide di compiere traversate e trekking di più giorni.
  • Il silenzio e la tranquillità sono garantiti dalla lontananza di strade e importanti vie di comunicazione. Tra queste montagne anche in pieno agosto è possibile camminare per ore senza incontrare nessuno.

Il clima delle Dolomiti Friulane

Il clima è quello tipico della fascia Meridionale delle Alpi ma nel caso specifico tutta questa zona è particolarmente esposta ai venti carichi di umidità che provengono dall’Adriatico. Tutto ciò comporta una notevole piovosità generale distribuita soprattutto all’inizio dell’estate e nei mesi autunnali quando non sono da sottovalutare improvvisi guasti del tempo con rovesci, fulmini e grandine dovuti allo scontro tra masse d’aria calda e masse d’aria fredda.

In inverno sono piuttosto frequenti le sciroccate, durante le quali il limite della neve si sposta molto in alto anche sopra i 2000 metri mentre con il bel tempo non è raro il verificarsi del fenomeno dell’inversione termica.

Dolomiti Friulane

Scorcio panoramico dalla testata della Val di Brica verso la Val Monfalconi di Forni

Posso dire di conoscere le Dolomiti Friulane parecchio bene, dato che le frequento, piuttosto assiduamente, da molti anni. Ne ho percorso ripetutamente i numerosi sentieri effettuando bellissime escursioni e trekking sia d’inverno che d’estate. Ho dormito più volte nelle casere e nei bivacchi che fungono da importanti punti di appoggio nell’attraversarle. Ho sudato tante magliette e molte suole di scarpe e scarponi se ne sono andate martoriate, consumate o bucate lungo i ripidi ghiaioni di queste montagne così aspre e senza compromessi.

Alcuni di questi giorni me li ricordo ancora nei dettagli altri no, sono passati e basta lasciandomi però la voglia di ritornare ancora qui tra queste montagne, fortunatamente così vicine a dove abito e sempre in grado di regalarmi belle sensazioni ogniqualvolta mi trovo, da solo o con qualche amico, in mezzo a queste crode.

Oltre al classico itinerario che porta al Bivacco Perugini, proprio sotto il famoso Campanile di Val Montanaia, numerose sono le possibilità di fare escursioni e trekking all’interno del Parco delle Dolomiti Friulane. Munitevi di cartina, lasciatevi trasportare dalla vostra fantasia e scegliete il vostro sentiero o la vostra cima sempre nel rispetto dei vostri limiti e delle vostre capacità.

Qui sotto trovate la descrizione dettagliata di alcune delle più belle escursioni che ho fatto tra queste montagne.

Giro del Monte Pramaggiore

Giro delle forcelle dal Rifugio Pordenone

Anello delle Sarodine

Buon divertimento!!!

Foto Gallery Dolomiti Friulane

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. upnews.it scrive:

    Scoprire a piedi Dolomiti Friulane

    Le Dolomiti Friulane, rispetto alle Dolomiti maggiori, le loro sorelle più blasonate, sono oggettivamente più basse e forse meno spettacolari ma hanno l’indubbio vantaggio di presentare ancora grandi spazi di Wilderness lontani dal turismo di massa dov…

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *