trekking guidati

I miei trekking guidati nelle Alpi Orientali

Stai cercando dei trekking guidati nelle Alpi Orientali da fare quest’estate? Ti piacerebbe percorrere a piedi qualche bel percorso di più giorni nelle Dolomiti, nelle Alpi Carniche o negli Alti Tauri pernottando in comodi rifugi senza stressarti troppo? Se si sei capitato nel posto giusto perché di lavoro faccio l’ Accompagnatore di M. Montagna e da sempre nutro una grande passione per queste montagne.

Ognuno ha le sue montagne….ovviamente le più vicine a casa sono quelle dove quasi per forza ci sbatti il naso più spesso ma nel mio caso per mia fortuna sono davvero belle!

Le mie montagne sono:

  • Dolomiti Zoldane
  • Dolomiti Feltrine e Bellunesi
  • Dolomiti Cadorine e Ampezzane
  • Dolomiti Friulane
  • Prealpi Carniche
  • Alti Tauri in Austria

banner728x90-mountain-rider-estate2016

Fare un hit parade dei posti migliori mi è francamente difficile perché ogni gruppo di montagne che ho citato contiene delle peculiarità e delle caratteristiche proprie specifiche che mal si prestano a paragoni.

Le montagne del nord est mi hanno sempre stupito e affascinato per la loro unicità e la loro mutevolezza in un area tutto sommato piuttosto ristretta. Nel giro di pochi chilometri si passa dai prati aridi e dai boschi di faggio delle Prealpi, alle spettacolari pareti e guglie delle Dolomiti per poi trovare più a nord appena oltre il confine altre montagne più dolci e dagli ampi spazi che ricordano in un certo senso le “occidentali”.

In mezzo a questo ben di Dio ho selezionato quattro trek di 4 giorni ciascuno assai diverso per lunghezza ed impegno ma che hanno in comune  il fatto di svolgersi in 4 giorni infrasettimanali.

trekking guidati

La magia delle Dolomiti Friulane

La scelta di evitare i sabati e le domeniche non è stata fatta a caso! Mi è sembrato bello dare ai possibili fruitori di queste esperienze l’opportunità di fare tutto con calma, compresi gli spostamenti, evitando come la peste i giorni da bollino rosso! E poi nei rifugi quando c’è poca gente è tutto un altro vivere…

Ma non perdiamo altro tempo e andiamo a conoscere i magnifici quattro!

4 trekking guidati da non perdere nelle Alpi Orientali

L’elenco è in ordine di difficoltà dal più facile al più impegnativo

  • Trek del Lasorling (AUT – Tirolo Orientale) dal 17 al 20 Agosto. Fantastica e spettacolare traversata della catena del Lasorling a poco più da un ora dal confine con l’Italia. Il percorso, molto apprezzato dai camminatori tedeschi, si sviluppa per l’80 % al di sopra del limite del bosco (2000-2600 mt) e si caratterizza per il fatto che non vi sono ne lunghe salite e ne lunghe discese spacca gambe. Un trekking dove si cammina anche 5/6 ore al giorno su comodi sentieri (tranne un breve tratto della seconda tappa) mai troppo faticoso dove è possibile godere di grandi spazi ancora quasi incontaminati. Davvero impressionanti i panorami sui giganti ghiacciati degli Alti Tauri non molto lontani come il Grossvenediger 3666 mt e il Picco dei Tre Signori 3499 mt. Pernottamento presso tre diversi rifugi austriaci con delle stube in legno invecchiato molto comode ed accoglienti. L’ultimo giorno non mancheremo di certo di far visita alle magnifiche cascate di Umbal.
  • Trek delle Marmarole dal 01 al 04 Agosto. Il Marmarole Runde o trek delle Marmarole è un nuovissimo trek che consente di effettuare l’intero periplo della lunga catena delle Marmarole. Panorami assicurati sulle più belle montagne delle Dolomiti Centro – Orientali (Tofane, Tre Cime, Antelao, Sorapis, Pelmo solo per citarne alcune). Tappe di 4/6 ore al giorno a passo turistico e dislivelli che variano dai 600 ai 900 metri al giorno. Pernottamento presso i rifugi Baion, Capanna Alpini e San Marco.
  • Trek delle Dolomiti Friulane dal 18 al 21 Luglio. Il famoso Campanile di Val Montanaia e le aspre e selvagge montagne tanto decantate dal famoso alpinista-scrittore-scultore Mauro Corona fanno da cornice a questo impegnativo percorso che passa attraverso ripide ad anguste forcelle. Tutt’attorno cime aguzze, guglie, torrioni e pareti verticali mozzafiato che cambiano continuamente colore dall’alba al tramonto Richiesto buon allenamento ed abitudine a coprire dislivelli di 1000-1200 mt in giornata. Pernottamento presso i rifugi Padova, Casera Val Binon e Flaiban P.
  • Trek del Grossglockner dal 09 al 12 Agosto. Sicuramente il più impegnativo dei quattro perché si svolge in buona parte a quote comprese tra i 2000 e i 3000 metri e con tappe giornaliere anche di 1200-1300 mt di dislivello di notevole sviluppo. In questo trek si cammina dalle 6 alle 8 ore al giorno in una zona del Parco Nazionale degli Alti Tauri particolarmente spettacolare ed integra, a confine tra il gruppo del Hochschober e quello più famoso del Glockner (Gran Campanaro). Bucolici laghi alpini, resti di vecchi ghiacciai, impressionanti cascate, valli interminabili dai nomi quasi impronuncabili sono il sale di questo percorso ad anello che ha come punto di partenza ed arrivo il piccolo e romantico paese di Heiligenblut adagiato proprio ai piedi di sua maestà Grossglockner. Pernottamento presso i bellissimi rifugi Salm Hutte (2638 mt), Glorer (2640 mt) e Elberfelder Hutte (2322 mt)
trekking guidati

Il Grossglockner 3797 mt montagna simbolo degli Alti Tauri

Ovviamente per singoli o gruppi che cercano un’esperienza tagliata su “misura” posso preparare delle proposte personalizzate ad hoc con pernottamento in comodi rifugi gestiti oppure presso spartani bivacchi in autogestione con sacco a pelo e fornelletto!

Un ultima cosa: Hai mai pensato di regalare un trekking per un compleanno?

Se il tuo amico è un appassionato di montagna potresti farlo davvero felice! Un idea davvero originale che fa bene al cuore, al corpo e alla mente.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *