trekking in austria

Trekking in Austria: pronti a partire?

L’Austria con più di 45.000 chilometri di sentieri ottimamente segnati è considerata da molti la patria del trekking e dell’escursionismo in Europa. Percorsi per tutti i gusti, di diversa lunghezza e difficoltà, distribuiti equamente nelle regioni del Tirolo, del Salisburghese, della Carinzia e della Stiria.

 

Ho cominciato a fare trekking in Austria circa dieci anni fa. Da allora almeno una volta all’anno d’estate un bel giretto di qualche giorno non me lo faccio mai mancare. Da solo o in compagnia le montagne dell’Austria mi hanno regalato momenti indimenticabili e in tutte le occasioni mi hanno lasciato quella bella sensazione di aver staccato per qualche giorno la testa da tutto e da tutti.

E’ bello mettersi davanti ad una cartina piena di valli, montagne, rifugi e paesi dai nomi spesso impronunciabili e lasciarsi trasportare dall’immaginazione, sognando ad occhi aperti ciò che sarà. Ecco, i miei trekking in Austria iniziano sempre così, sono in un certo senso il frutto della mia fantasia e della mia ispirazione del momento. Lo studio della cartina e la scelta del percorso è per me un momento creativo e molto piacevole indissolubilmente legato ad ogni nuova esperienza, quasi una sorta di antipasto da gustare con lentezza.

Trekking in Austria: istruzioni per l’uso

trekking in Austria

Fare trekking in Austria d’estate: cosa devi sapere

Nel mio vagabondare per le montagne dell’Austria ho scelto sempre la comoda soluzione di spostarmi a piedi da rifugio a rifugio, cercando di limitare al massimo il peso dello zaino. Scegliendo l’opzione mezza pensione, che prevede un’abbondante colazione unita ad un’altrettanto abbondante cena riesco a farmi bastare qualche barretta per spezzare la fame durante la giornata.

Buone notizie anche per quanto riguarda l’acqua: normalmente nei miei giri per le montagne austriache non porto con me più di mezzo litro d’acqua in quanto la cosa che non manca qui è proprio l’acqua. Cascate e ruscelli scendono da ogni dove per cui durante le tappe è spesso possibile reidratarsi direttamente sul posto.

Per quanto riguarda ricambi ed abbigliamento devi sapere che, data la loro posizione settentrionale. le montagne dell’Austria sono molto sensibili a cali anche drastici della temperatura nel caso di irruzioni di aria fredda da nord. Mi è già capitato più di una volta di svegliarmi il mattino presto e contemplare con stupore dalla finestra del rifugio la neve scendere  fino a 2000 metri! Per i trekking più in quota, una leggera giacca in Primaloft e un guscio impermeabile in Gore Tex dovrebbero sempre trovare spazio nello zaino per ogni evenienza.

Passando alle calzature da montagna posso tranquillamente affermare che i sentieri austriaci sono quasi tutti ben tenuti e marcati per cui normalmente, se le condizioni meteo e della montagna sono buone, la mia scelta ricade sulle scarpe da Trail. Nei trekking più lunghi e soprattutto in quelli dove è previsto l’attraversamento di alti valichi in quota mi trovo bene ad alternare due tipi di calzature: gli scarponi da montagna classici con suola rigida per i tratti più in quota e più impegnativi dove non è raro incontrare anche d’ estate dei nevai e le scarpe da Trail per tutto il resto. Questa soluzione di alternare due tipi di calzature con usi e caratteristiche diverse tra loro mi ha sempre permesso di godermi il miei viaggi a piedi in tutta sicurezza facendomi dimenticare il problema vesciche.

Non dimenticate poi che in alcune vallate austriache, dove il fenomeno trekking è particolarmente radicato, esiste la possibilità di spostarsi con degli appositi Taxi per gli escursionisti (Wanderbus) dimenticandosi della propria auto. Questo interessante servizio permette di programmare in piena libertà delle bellissime traversate anche di più giorni senza preoccuparsi di tornare per forza alla macchina.

Altra cosa importante: se siete soci CAI e volete pernottare in rifugio non dimenticate a casa la tessera CAI. Anche se gran parte dei rifugi austriaci fanno parte dell’Alpeverein  esibendo la tessera avrete ugualmente diritto ad un agevolazione di prezzo in virtù della reciprocità di trattamento tra le due associazioni.

trekking in Austria

3 trekking in Austria provati per voi

Qui voglio farvi conoscere tre bellissimi trekking in terra austriaca che ho percorso negli ultimi anni aventi caratteristiche, durata e impegno assai diversi tra loro.

  • Trekking in Otztal: Scenari mozzafiato di alta montagna, bellissimi rifugi, antichi ghiacciai  per questo trekking di 4 giorni in quota che richiede resistenza, impegno e capacità alpinistiche di base. Obergurgl 1930 mt ,il più alto villaggio abitato dell’Austria, è il punto di partenza e di ritorno per questo magnifico percorso a cui fanno contorno un’infinità di cime superiori a 3000 mt tra cui la Wildspitze 3772 mt la seconda montagna più alta dell’Austria.
  • Trekking del Lasorling: Questo stupendo trekking si sviluppa lungo una catena di montagne situate poco a sud del famoso Grosvenediger a picco sulla verdissima valle di Virgen. La peculiarità di questa valle è che in entrambe i versanti i rifugi sono perfettamente allineati tra loro permettendo così delle magnifiche cavalcate in quota con ottimi e numerosi punti d’appoggio. Percorso assai vario e molto panoramico adatto anche ad escursionisti medi quasi sempre su ottimi sentieri ben battuti. NB: La variante per il rifugio Giogo Lungo (ultimi due giorni) non fa parte del percorso originale ma è un tocco personale che aumenta non di poco la bellezza e la lunghezza del percorso.
  • Trekking alta Valle del Moll: Seppur breve questo trekking di un week end porta a scoprire alcune delle più belle e poco conosciute valli degli Alti Tauri. Un percorso di rara bellezza a cavallo tra i gruppi montuosi del Grossglockner e dell’Hochschober. Anche se privo di qualsiasi difficoltà tecnica questo percorso presenta una seconda tappa con uno sviluppo assai importante.

trekking in Austria

E tu hai già vissuto l’esperienza di girovagare a piedi per le montagne dell’Austria? Se ancora no spero di averti incuriosito almeno un po’ perché fare trekking in Austria è una delle cose che un vero appassionato di montagna almeno una volta nella vita dovrebbe provare!

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *