Eckberg, la montagna ad angolo

Eckberg

Gruppo montuoso

Goldberg – Carinzia – Austria

Presentazione itinerario

Eckberg, in tedesco, significa montagna ad angolo; proprio per la particolare forma triangolare di questa montagna, è quindi’ possibile scegliere il versante di discesa in base alle condizioni del manto nevoso. Il versante di sud est è particolarmente consigliabile in primavera, quando è molto facile trovare dell’ottimo firn, mentre a gennaio e febbraio la discesa più bella è senza dubbio quella lungo il versante ovest, dove non è raro trovare neve polverosa. La discesa con gli sci non inizia dalla cima dell’Eckberg (raggiungibile solo a piedi con passaggi di 1° e 2° grado) ma da una piccola anticima poco più bassa

Accesso stradale

Da Lienz imboccare la strada che, per il passo dell’Iselberg, porta al paese di Winklern, poi continuare in direzione Heiligenblut per ca 10 km. Arrivati a Döllach, frazione di Großkirchheim, seguire le indicazioni per Zirknitz. La strada sale ripidamente per ca 8 km fino raggiungere, a circa 1650 mt, il Rupitschkaser (vedi foto gallery). Solo nel caso di stagioni con scarso innevamento è possibile raggiungerlo in auto, normalmente ci si ferma 200 metri più in basso e si risale con le pelli il tratto di strada mancante

Punto di partenza

Rupitschkaser (vedi foto)

Cartina

eckberg

Esposizione

Varia

Difficoltà

BSA

Dislivello

1200 mt

Tempo salita

3 ore

Descrizione salita

Dal Rupitschkaser (vedi foto) salire verso destra lungo una comoda stradina che, dopo circa 400 mt di dislivello, conduce al Farber Kaser. Da qui, senza traccia obbligata, risalire un caratteristico bosco rado di pino cembro fino a raggiungere una zona più aperta, da dove è ormai visibile la cima. Seguire la lunga ed evidente dorsale di destra del monte che, con percorso agevole, porta all’anticima. Tolti gli sci, proseguire brevemente, per facile cresta fino sotto la cuspide sommitale dell’Eckberg. Per gradini rocciosi (passaggi di 1° e 2° grado), resi più agevoli anche da una corda fissa, si perviene alla croce di vetta a 2868 mt. Il panorama a 360°da questa cima, di poco inferiore ai 3000, è veramente superbo

Descrizione discesa

Dall’anticima, in base alle condizioni del manto nevoso, si hanno 3 alternative. 1) Scendere per i pendii assolati a sinistra del grande costone percorso in salita, per poi tornare decisamente verso destra poco prima di raggiungere i primi alberi del bosco. 2) Scendere a destra, su terreno inizialmente abbastanza ripido (ca 35°), fino a raggiungere gli ampi pendii che precedono il bosco. 3) In caso di dubbi riguardo la stabilità del manto nevoso è consigliabile invece scendere lungo l’ampio costone già percorso in salita (discesa più monotona ma più sicura)

Galleria itinerario

Tutti gli itinerari

Articoli correlati

stagione migliore
valanghe
località turistiche invernali
natale in trentino
pericoli della montagna
vecchia seggiovia
lavorazione sci
sciare a fine stagione
divieti in montagna