val de croda

Val di Croda, una valle a tutto outdoor

La Val di Croda o Val di San Tomè è una valle prealpina chiusa in provincia di Pordenone che si affaccia direttamente sulla pianura friulana occidentale. La croda è la pietra, il sasso. Pietre grigie e bianche  sono presenti in gran quantità soprattutto  lungo l’Artugna, il torrente che ha origine proprio in questa valle. Qui è il regno della pietra. Pietre che spuntano da ogni dove e che  sembrano avere un anima! Esse hanno lasciato un segno indelebile anche sull’architettura e sulle facciate delle case dei paesi limitrofi.

Tre sono le montagne che dominano la Val di Croda: il Col Grande, il Monte Candòle e il Monte Saùc, tutti rilievi che superano di poco i 1500 metri e che costituiscono una specie di avamposto del ben più alto Monte Cavallo (2251 mt), montagna simbolo per gli abitanti di questo territorio. Tutte queste tre montagne affondano  direttamente i loro ripidi e verdi costoni nel cuore morbido delle colline che anticipano di poco la pianura.

Oltre alla pietra è proprio questa la particolarità della Val di Croda: quella  di passare in breve spazio dalla pianura alla montagna passando per la collina. Sono anni che frequento le montagne e devo dire che non sono poi molti i posti dove tutto ciò è possibile. Questa grande varietà di ambienti e situazioni, unita alla comodità di accesso, fa si che questa meta si presti particolarmente ad essere frequentata dagli amanti della mountain bike, dell’arrampicata, del trekking e delle passeggiate. Insomma un piccolo eden per gli amanti dell”outdoor a portata di mano direttamente dalla pianura. Da non trascurare poi il fatto che data l’esposizione a meridione e la quota relativamente bassa questa valle è frequentabile benissimo anche nelle fredde giornate invernali.

Val di Croda: 4 proposte per chi ama l’outdoor

  • Mountainbike: Una fitta rete di sentieri e di strade forestali è in grado di garantire tante belle giornate a chi ama pedalare in mezzo alla natura. Le possibilità sono diverse e per tutti i gusti, il bello è proprio scoprirle piano piano, andando all’avventura secondo le proprie capacità. Per chi non è mai stato qui e non conosce il posto questo itinerario è assai raccomandabile –itinerario raccomandato -. Un percorso facile di media lunghezza che permette di avere una buona panoramica della zona e delle sua potenzialità.

val di croda

 

 

  • Arrampicata: La palestra di roccia di Dardago, dedicata al grande alpinista Raffaele Carlesso, è una delle più storiche falesie del Friuli. Diversi settori con caratteristiche ed esposizione diversi ospitano più di un centinaio di vie per tutti i livelli. Pensate che al settore paretone è possibile scalare anche quando piove! Tutte le zone di arrampicata sono accessibili tramite facili e comodi sentieri.

val di croda

 

  • Escursionismo: Lo Chalet Belvedere posto alla testata della valle è il punto di partenza di vari sentieri che permettono di effettuare alcune belle ed interessanti escursioni di varia lunghezza e di grande pregio ambientale. Da non perdere assolutamente è l’itinerario ad anello che porta alla panoramica cima dello Zuc di Valliselle. Per le escursioni i momenti migliore sono senz’altro la primavera e l’autunno. Anche l’inverno va bene nel caso di scarse precipitazioni nevose. In piena estate il caldo può risultare eccessivo. Lungo i sentieri di questa valle troverete antichi resti di vita pastorale e vecchie casere a testimonianza di quanto fosse viva la montagna un tempo da queste parti. Nelle giornate terse lo sguardo potrà poi spaziare oltre la pianura  fino al mare ma non solo…Da alcune cime principali come lo Zuc di Valliselle o il Col Cornier è addirittura possibile scorgere alcune famose cime dolomitiche come il Civetta, il Pelmo, Lo Schiara e il Sass Maor. Un consiglio che mi sento di dare è quello di portare con se sempre acqua a sufficienza vista la totale mancanza di sorgenti d’acqua lungo i fianchi di queste montagne dal suolo magro e molto permeabile.

val di croda

 

  • Passeggiate con la famiglia: Per chi non avesse ambizioni di lunghe escursioni e volesse fare solo una semplice passeggiata di puro relax magari con la famiglia, il percorso lungo il Ruial di San Tomè è sicuramente l’itinerario più raccomandabile da fare anche con i bambini presente in Val di Croda. Altra facile camminata è quella che dalle ultime case di Dardago (via Ligont) conduce attraverso una comoda strada sterrata al campo delta nei pressi del ristorante Le Masiere.

val di croda

 

Per chi ha già dato o per i più pigri in località Ciampore troverete poi un parco giochi per bambini con caminetti e tavolini in legno per un pic- nic all’aria aperta. Insomma in Val di Croda non c’è pericolo di annoiarsi. L’unico pericolo deriva dalle persone che con il loro comportamento possono lasciando rifiuti per terra o compiendo atti vandalici gratuiti,  alterare la bellezza e i delicati equilibri di questa valle. Da assiduo frequentatore del posto mi auspico che ciò non succeda e chi abbia letto questo articolo sia concorde con me su una cosa importante: rispetto per l’ambiente sempre prima di tutto!

Ma che bella la vita in una valle pulita!

 

Val di Croda: info per mangiare e dormire

  • Per mangiare e dormire Chalet Belvedere n° tel 0434/654044.
  • Solo per mangiare ristorante e pizzeria Al Ciastelat n° tel 0434/654719 e ristorante Il Rifugio n° tel 0434/654915
  • Possibilità di vitto ed alloggio nelle strutture dei paesi limitrofi: Budoia, Dardago e Santa Lucia.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *