MTB in Sardegna

MTB in Sardegna: alla scoperta del Sulcis Iglesiente

Con l’arrivo dell’autunno giunge anche il periodo ideale per organizzare qualche bel giretto in MTB in Sardegna. Perché no? L’amica Tiziana ci propone  il Sulcis Iglesiente nell”estremo Ovest della Sardegna, un vero è proprio paradiso non solo per l’arrampicata sportiva ma anche per la Mountain Bike.

Ci sono almeno sette buone ragioni per scegliere questa zona della Sardegna come meta per una vacanza all’insegna del connubio mare-mountain bike. Scopriamole insieme a Tiziana.

Mountain Bike in Sardegna: alla conquista del Far West con le due ruote

  1. Bellezza dei paesaggi e avventura sono assicurati a qualsiasi livello di difficoltà tecnica. Il territorio è talmente abbondante di percorsi su terreni vari che la scelta dell’itinerario è davvero imbarazzante. Si va da gite letteralmente sul mare, come accade nell’isola di Sant’Antioco in cui si pedala sulla battigia compatta della costa Sud, fino ai percorsi all’interno, come nelle belle foreste dei Monti Marganai, a Domusnovas, o lungo i laghi di Iglesias e Villacidro.
  2. Eredità del periodo minerario – il Sulcis Iglesiente è stata una delle zone minerarie più importanti d’Europa nei due secoli scorsi – è la presenza di una rete capillare di sentieri, sterrate, mulattiere usate per il trasporto di merci e persone che ora, in disuso, ben si prestano a essere un terreno perfetto per i biker. Gli itinerari possibili sono numerosi così come le varianti di percorso da sperimentare.
  3. La bassa densità abitativa che caratterizza questa parte dell’isola fa da garanzia di genuinità dei paesaggi e degli ambienti visitati. Ci si sente davvero gli esploratori di un far west selvaggio quando ci si allontana di pochi chilometri dai centri abitati per risalire le dolci colline attorno alla valle del Cixerri o si discende a tutta velocità alla volta dei bei laghi Corsi o Leni.
  4. Una bella caratteristica del Sulcis Iglesiente è che sia molto diffusa la pratica ciclistica e che, quindi, siano tanti gli abitanti del posto che si dilettano con la Mountain Bike. Questo significa che sono numerosi i negozi di bici e le officine per le riparazioni, così come sono frequenti gli incontri fortuiti con altri biker, con cui magari scambiare tracciati GPS e altre preziose informazioni. In particolare un negozio di bici con l’officina di riparazioni che mi sento di consigliare (sono competenti e anche esperti del territorio) è Rema Cicli a Iglesias. Il sito è in allestimento per cui è meglio puntare alla pagina FB https://www.facebook.com/remacicli.
  5. Un altro lato positivo di questa “tradizione” ciclistica è l’abitudine degli stessi automobilisti a condividere la carreggiata con i biker, qualora il loro percorso debba includere anche dei tratti d’asfalto. Non è raro imbattersi in nugoli di ciclisti in volata sulle strade poco frequentate della costa.
  6. L’economicità di questa parte della Sardegna è un altro aspetto da non sottovalutare. Il Sulcis Iglesiente è una zona decisamente in “corso di sviluppo” a livello turistico, per cui ad una non abbondanza di strutture ricettive fa da contraltare una notevole economicità delle soluzioni di alloggio o di ristorazione. Non è difficile usufruire di costi di pernotto davvero ridotti negli accoglienti Bed & Breakfast, case vacanze o agriturismi della zona. E’ anche frequente che ottimi pasti a base di pesce o carne siano offerti a costi molto contenuti.
  7. Anche la flora e la fauna non deludono, scoprendo pedalata su pedalata i rifugi di lepri, volpi, cinghiali selvatici, scorgendo cervi in corsa o il battito d’ali di aironi, cormorani, fenicotteri rosa. La natura è molto generosa e sarà quasi giornaliero l’incontro ravvicinato con un gregge di capre o pecore lungo il percorso.
mtb in sardegna

incontro ravvicinato con un gregge

mtb in sardegna

pedalando lungo la battigia a Sant’Antiaco

Come organizzare una vacanza in Mountain Bike in Sardegna
Vi abbiamo detto il perchè meriti visitare il Sulcis Iglesiente in Mountain Bike, ma non vi abbiamo ancora svelato come farlo. Potreste muovervi in autonomia portando con voi la vostra bici, magari optando per un viaggio in nave, e poi ricorrere ai numerosi itinerari GPS che trovereste nei vari siti web dedicati.
Oppure più semplicemente potreste giungere sull’isola in aereo, noleggiare le bici in loco e ricorrere alle Guide locali.

Una di queste guide è Pedra Rubia, un’associazione sportiva nata nel cuore del Sulcis iglesiente che propone tour di una giornata o mezza giornata da personalizzare in base al proprio livello e alle proprie esigenze. Pedra Rubia fornisce in loco tutta l’attrezzatura necessaria (un’ottima MTB, il caschetto, i guanti, il camel-bak) e si serve di una Guida Certificata per accompagnare singoli o gruppi di persone. In fase di pianificazione del viaggio è possibile chiedere supporto all’associazione anche per il reperimento di un alloggio in loco e usufruire di un servizio di trasporto da e per l’aeroporto riservato ai soci.
Il sito di Pedra Rubia è pedrarubia.com, mentre i numeri di telefono da contattare sono: Marco: +393488521863 – Tiziana: +393208410636. L’email info@pedrarubia.com.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *