mtb in trincea

MTB in trincea

MTB in trincea è il titolo del nuovo e-book di Raffaele Ganzerli destinato a tutti coloro che vogliono conoscere la storia della grande guerra pedalando con la propria mtb lungo dei percorsi ad hoc sapientemente selezionati da chi è un vero appassionato del genere.

MTB in trincea di Raffaele Ganzerli

Recita un vecchio adagio: “i libri che si scrivono sono quelli che si vorrebbero leggere”. Da biker appassionato per la storia della Grande Guerra il mio libro non poteva che chiamarsi “MTB in trincea”: un ebook di 12 itinerari sul fronte italoaustriaco.

Da quando ho cominciato a spingere sui pedali (più di 20 anni fa) la mia passione per le ruote grasse va di pari passo con la voglia di conoscere da vicino la storia. Mettendo a frutto la mia formazione umanistica progetto i miei itinerari dandogli un senso storico: l’anno scorso ho percorso i Balcani da Trieste a Spalato passando per Sarajevo e Mostar, quest’anno la scelta non poteva che riguardare le strade solcate dai soldati della guerra ‘15 -’18.

L’idea (ulteriormente stimolata dall’avvicinarsi del “Centenario”) è stata quella di trasmettere il contenuto culturale di cui ho fatto tesoro nel percorrere questi luoghi. D’altronde per un escursionista non c’è nulla di più frustrante che trovarsi davanti ai segni della storia senza comprenderne il significato… e non c’è nulla di più entusiasmante che conoscere e condividere.

mtb in trincea

Uno degli aspetti su cui mi sono concentrato di più è stato quello di creare una visione d’insieme che unisse cronologicamente e geograficamente tutti e 12 gli itinerari, in modo da avere non solo una descrizione dettagliata di ogni singolo tracciato ma anche un quadro storico d’insieme che va dal ’15 al ’18 e dall’ Adamello a Caporetto.

Oltre alle descrizioni puramente escursionistiche (con tracce GPS) il lettore troverà approfondimenti su protagonisti e fatti in ambito storico: si tratta di materiale che ho ricavato sia da ricerche in internet, sia da libri che sono testimonianze dirette degli avvenimenti come “Un anno sull’altipiano” di E. Lussu o “Tappe della disfatta” di F. Weber, e sia da informazioni ricavate sul posto grazie ai numerosi allestimenti didattici installati dalle pro loco.

Oltre alla contestualizzazione storica ho voluto inserire elementi di curiosità riportando episodi e vicende umane come la tregua natalizia tra le nevi dell’ Ortigara, o la storia della ferrovia della Val di Fiemme ( la stessa che gli appassionati delle due ruote conoscono come “Vecia Ferovia”) realizzata da prigionieri serbi e russi sfruttati fino allo stremo delle forze.

Auguro ai lettori di provare le stesse emozioni che ho provato io davanti a certi luoghi che sembrano sospesi nel tempo: come la Zona Sacra del Pasubio, il Sacrario di Cima Grappa o tra le buche di granate sull’Altopiano di Asiago.

Infine vorrei mantenere con gli appassionati un contatto “social” attraverso la pagina Facebook MTB in Trincea anche in vista di futuri progetti.

L’ebook MTB in trincea è acquistabile direttamente su Amazon:

 

Chi è Raffaele Ganzerli

mtb in trinceaClasse 1976, appassionato di MTB fin da quando avevo 18 anni. La mia prima bici è stata la rigid alla fine degli anni ’90. Sono diventato Guida di Mountain Bike nel 2006: ho sempre vissuto questa mia passione a livello amatoriale, la natura e la storia sono sempre state per me più importanti delle performance fisiche o del numero dei km. Negli ultimi 10 anni sono passato al mondo biammortizzate, e percorro esclusivamente percorsi di alto livello tecnico.

L’altra mia grande passione è la cultura: sono laureato in Filosofia, e sin dai tempi dell’ Università ho coltivato l’interesse per la Storia, in particolare quella legata alle due guerre mondiali.

Dall’ unione delle passioni per ruote e i libri sono nati i miei Ebook ed i miei video che potete trovare sul mio account youtube o sul mio profilo FaceBook.

 

 

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Ganzerli già ospite in questo blog con l’articolo MTB in Trincea ci parla oggi della sua Val d’Adige, da lui esplorata interamente in MTB  a vento in faccia. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *