Gabriella Berlanda

Montagna … la mia scelta di vita

Tra le persone che vivono in città mi è capitato più volte di sentire questa frase: “basta, sono stufo della vita cittadina, prima o poi andrò a vivere in montagna”. Peccato che il poi predomini sempre sul prima e che i buoni propositi alla fine restino solo parole. E’ veramente difficile scegliere di cambiare vita, lasciandosi alle spalle le proprie radici e le proprie abitudini. Oggi però vi porto a conoscere la storia di vita di Gabriella Berlanda una che ce l’ha fatta veramente a lasciare la città per la montagna.

Gabriella Berlanda parla della sua scelta di vita

Fin da bambina stavo meglio quando mi portavano nella casa di montagna per il weekend e le vacanze, erano intere estati trascorse tra i monti … attendere tutta la settimana il weekend per “tornare lassù”.

Cresciuta e studentessa universitaria, la casa in montagna era diventata il mio rifugio per prepararmi agli esami, ma il desiderio di rimanere quassù era sempre più forte, finchè nel ’95 ne ho fatto la mia residenza, svolgendo i lavori più svariati, ciò che la stagionalità di una località turistica offriva, fino alla scelta del pendolarismo per il lavoro per cui ho studiato.

Nel frattempo mi sono sposata, poi la nascita di mio figlio mi ha riportata ad essere “stanziale” sfruttando le mie capacità e lavorando da casa in modo da crescere mio figlio e lavorare.

Gabriella Berlanda

Nel 2009 in una nevosa giornata invernale in cui mi annoiavo terribilmente per non potermi muovere a causa di un infortunio, con l’intento di condividere questo mio grande amore per la montagna, ho dato vita a Passione Montagna ( link ), una fan-page su facebook che oggi conta più di 130.000 follower. Con l’aumentare degli utenti appassionati, ho deciso con degli amici di “consolidarla” in un sito: www.passionemontagna.com con lo scopo di continuare a condividere foto, esperienze, pensieri, emozioni che la montagna dona, senza che si perdessero nel caos del social-network.

Condividere e trasmettere quelle emozioni che si percepiscono nei silenzi della natura, che si colgono entrando in simbiosi con la montagna … vivendola nella sua essenza e totalità.

Cos’è per me la montagna? La montagna è tre volte vita: uno stile di vita, maestra di vita, una scelta di vita

Gabriella Berlanda

5 commenti
  1. Valerio
    Valerio dice:

    Avete ragione, tanti lo dicono e pochi lo fanno, anche noi siamo “scappati” dalla città per vivere in montagna, all’inizio continuando con i nostri lavori, ora abbiamo aperto un B&B ed un Bar trattoria, con la speranza di poter vivere di questo, anche per il nostro piccolino nato tra i monti!!!
    Un saluto ed un abbraccio a tutti quelli come noi che tra una difficoltà e l’altra cercano di realizzare i propri sogni!!
    Valerio e Stefania

    Rispondi
    • Fabrizio Vago
      Fabrizio Vago dice:

      Grazie Valerio e grazie Stefania per aver commentato questo post e condiviso la nuova vostra esperienza di vita. Sono pienamente d’accordo con voi che bisogna dare retta ai sogni. Altrimenti si sopravvive ma non si vive. Bravi per la scelta coraggiosa!

      Rispondi
      • cinzia
        cinzia dice:

        ciao, bravissimi per la coraggiosa scelta. anche io e mio marito amiamo moltissimo la montagna ma non abbiamo alcuna possibilità economica ne per farci una casa in montagna ne sappiamo come trovare lavoro, nel senso che non abbiamo dalla nostra l’età (siamo entrambi 50 enni) ed inoltre io sono impiegata e ora come ora non potrei fare più lavori dove devi stare in piedi per ore a causa di un’ artrite reumatoide e mio marito è operaio (anche se in realtà sa fare un po’ di tutto).Noi abbiamo cresciuto 3 figli (ora sposati) e abbiamo sempre sperato che, una volta “sistemati” loro, avremmo potuto realizzare questo sogno, anche perchè ogni volta che andiamo qualche giorno in montagna io sto magicamente meglio. Comunque continuiamo a sperare…

        Rispondi
        • Fabrizio Vago
          Fabrizio Vago dice:

          Ti auguro di realizzare il tuo sogno Cinzia. Purtroppo è veramente difficile cambiare vita. Io ho lasciato un buon lavoro a tempo indeterminato per cercare di vivere della mia passione. Ci sto provando ma dubbi e paure sono all’ordine del giorno. L’unica consapevolezza che ho è questa: per avere cose diverse bisogna fare cose diverse

          Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *