Monte Alto di Framont, una cima verde tra le rocce del Civetta e della Moiazza

Monte Alto di framont

Gruppo montuoso

Civetta – Moiazza

Presentazione itinerario

Facile escursione che ripercorre in parte il tratto di sentiero dell’alta via N 1, una delle più frequentate delle Dolomiti, che dal Rifugio Vazzoler porta al Passo Duran, passando per il Rifugio Bruto Carestiato. Questo itinerario, grazie ad una deviazione dall’Alta Via N. 1, permette di esplorare una zona sicuramente meno affollata e più defilata ma non meno spettacolare. L’ascesa vera e propria al Monte Alto di Framont inizia dalla Forcella del Camp, lungo un sentiero molto piacevole che, dopo una breve digressione, risale la solitaria Valle del Camp sovrastando i verdissimi pascoli dell’omonima conca. L’itinerario è molto panoramico e consente una vasta visione d’insieme sul gruppo della Moiazza e del Civetta. Singolare è il colpo d’occhio verso la bellissima Torre Trieste, una spettacolare struttura di roccia alta più di 700 metri che, come un vero e proprio missile, sembra irrompere dal suolo, uno dei gioielli delle Dolomiti. Dalla sommità del Monte Alto di Framont alte pareti precipitano sulla Valle del Cordevole, dominata dall’Altipiano delle Pale e dal gigantesco Monte Agner

Accesso stradale

Il Passo Duran è raggiungibile dal versante agordino dal paese di Agordo e dal versante zoldano dalla piccola frazione di Dont di Zoldo

Punto di partenza

Passo Duran

Dislivello

650 mt

Difficoltà

Facile

Tempo di percorrenza

3 ore per la salita dal Passo Duran al Monte Alto di Framont

Periodo consigliato

Da Giugno a Ottobre

Punti di sosta

Rifugio Bruto Carestiato 1834 mt e Rifugio Cesare Tomè al Passo Duran 1605 mt

Descrizione

Dal Passo Duran seguire il sentiero 554 che conduce, in meno di un ora, al Rifugio Bruto Carestiato 1834 mt. Dal rifugio proseguire lungo lo stesso sentiero, verso ovest, in direzione dell’ormai visibile Forcella del Camp, camminando su terreno ghiaioso, quasi pianeggiante, sotto le compatte pareti rocciose della Pala e degli Scalet delle Masenade. Dopo un breve strappo in salita nel bosco, il sentiero conduce al bellissimo praticello pianeggiante che caratterizza la Forcella del Camp 1933 mt. Dalla forcella svoltare decisamente a sinistra, seguendo il sentiero che scende diagonalmente verso la busa del Camp. Senza raggiungere la Casera del Camp, posta nel fondo della busa, salire a sinistra dell’evidente vallone che scende dal Monte Alto di Framont superando una zona di pascolo molto suggestiva con un ruscelletto che corre in mezzo all’erba e radi larici. Più in alto la traccia devia verso destra e risale una faticosa pala erbosa cosparsa di mughi. Da qui, in breve, si raggiunge il prato di vetta con croce a 2181 mt, in vista del grande precipizio che sprofonda verso la Val Cordevole

Galleria itinerario

Tutti gli itinerari

Articoli correlati

rifugio di montagna
temporali in montagna
camminare sotto la pioggia
prevenire le vesciche
vacanze escursionistiche
casere del friuli
soccorso alpino